Quando parliamo di igiene intima non parliamo solo del lavaggio dei genitali esterni ma vogliamo riferirci ad un universo più ampio di azioni quotidiane in cui il lavaggio è solo una parte. Facciamo riferimento infatti ai comportamenti e alle abitudini quotidiane che andrebbero tenute per il benessere e la cura delle parti intime.

IL LAVAGGIO DEI GENITALI

 

 

OGNI QUANTO?

1 o 2 al giorno con un detergente specifico da scegliersi in base all’età, al momento particolare della vita in cui ci si trova e/o a situazione specifiche. Per approfondire la scelta del detergente intimo.

 

 

CON QUALE DETERGENTE?

In generale è bene che il prodotto detergente scelto abbia una base non schiumogena e sia arricchito con principi attivi, idratanti, nutrienti o lenitivi. In caso in cui avessimo necessità di lavarci più di 2 volte al giorno, è consigliabile farlo solo con acqua tiepida per non alterare il ph e di conseguenza il delicato equilibrio della flora batterica vaginale.

 

 

E PER IL LAVAGGIO DEI GENITALI INTERNI?

È bene sottolineare che con “lavaggio dei genitali” si intende il lavaggio dei genitali esterni (grandi e piccole labbra, clitoride,). I genitali interni non hanno bisogno i lavaggi perché sono in grado di autopulirsi grazie alle secrezioni prodotte dalla cervice uterina. Si tratta di secrezioni lubrificanti, limpide o biancastre il cui compito, scendendo verso l’esterno delle pareti uterine, è quello di mantenere un ambiente pulito e sano. L’uso frequente delle lavande vaginali per la pulizia dei genitali interni non è consigliabile perché l’effetto che potrebbe produrre è quello di alterare l’equilibrio della flora batterica vaginale a svantaggio dei batteri buoni (i lattobacilli o bacilli di Doderlein), e a vantaggio di quelli cattivi, responsabili dello sviluppo di infezioni batteriche e micotiche. Per approfondire Ovuli e lavande vaginali: quando usarli.

 

 

NON SOLO LAVAGGIO

Quando parliamo di igiene intima non parliamo solo del lavaggio dei genitali esterni ma anche e soprattutto di comportamenti utili per prevenire disturbi genitali quali irritazioni, infiammazioni, infezioni batteriche. Si tratta di abitudini che dovrebbero esser parte della vita di ogni donna e che andrebbero spiegate fin da bambine:

  • – cambia la biancheria intima ogni giorno;
  • – non utilizzare gli slip durante la notte;
  • – preferisci slip dal taglio tradizionale a brasiliane e tagli string che potrebbero favorire la comparsa di infezioni batteriche per sfregamento;
  • – scegli tessuti traspiranti in fibra 100% naturale come il cotone e non fibre sintetiche come il nylon che non permettono una corretta traspirazione;
  • – lava la tua biancheria intima e gli asciugamani ad almeno 60 °C;
  • – lava le mani prima di qualsiasi contatto con la vagina;
  • – non tenere addosso il costume da bagno bagnato troppo a lungo per evitare che l’umidità favorisce la proliferazione dei batteri;
  • – sciacqua abbondantemente i genitali per rimuovere i residui di detergente;
  • – preferisci i fazzolettini monouso per asciugare le parti intime. In caso tu preferisca asciugamani in tessuto, scegli sempre il cotone e cambialo frequentemente;
  • – tampona la vulva con l’asciugamano, senza sfregare;
  • – tampona portando la mano dalla vagina verso l’ano, e non viceversa per evitare di trascinare i germi contenuti nell’intestino e nelle feci,
  • – cambia spesso l’assorbente durante il ciclo mestruale, perché può essere causa di irritazioni;
  • – preferisci gli assorbenti esterni agli assorbenti interni e limita l’uso di questi ultimi ad occasioni sporadiche, mai di notte.

 

 

UN AIUTO IN PIU’

Per una più completa igiene intima quotidiana scegli gli assorbenti antimicrobici illedi che a differenza degli assorbenti tradizionali ti aiutano a contrastare la proliferazione di funghi e batteri responsabili di infezioni batteriche e micotiche quali cistiti, vaginiti e candidosi, infiammazioni e dermatiti e cattivi odori. Scopri perché illedi è antimicrobico.

 

 

DA EVITARE
  • – indossare tutti i giorni dei jeans o dei pantaloni troppo stretti perché potrebbero causare irritazioni nelle parti intime;
  • – applicare prodotti cosmetici non specifici come oli, altre creme, altri detergenti;
  • – utilizzare di salviette intime. Qualora non potessi farne a meno sceglile non profumate, delicate e senza alcol.

.

Ci siamo lasciati ispirare da:

IGIENE INTIMA FEMMINILE, MY PERSONAL TRAINER, Ultima modifica 30.08.2019

LA FLORA VAGINALE, MY PERSONAL TRAINER, Ultima modifica 09.07.2019

Giuliani Alba, Igiene intima femminile: tutti i consigli per un’igiene impeccabile, Al femminile.com , 21 maggio 2018

Igiene intima femminile: come lavarsi e quali prodotti usare, Paginemedice.it