Ecco le risposte per le future mamme che vogliono praticare sport in gravidanza e non sanno quale può essere praticato.

Care mamme vanno bene tutti gli sport tranne quelli che hanno un alto rischio di caduta o che implicano contatti corpo a corpo che potrebbero comportare traumi all’addome molto pericolosi. Sono sconsigliate anche le attività che prevedono corse o salti perché possono aumentare la contrattilità uterina. Prima di iniziare però è sempre meglio chiedere un consiglio al proprio ginecologo.

1) LA CAMMINATA
Attività semplice che dovrebbe accompagnare tutto il periodo di gestazione.

 

2) SPORT IN ACQUA: IL NUOTO E L’ACQUAGYM
Il nuoto è consigliato durante tutti i 9 mesi. L’acqua agevola i movimenti senza gravare su colonna e arti inferiori.

3) YOGA
Consigliato in gravidanza non solo per tenersi in forma ma per instaurare un contatto speciale col proprio bambino, soprattutto se si associa la meditazione.

 

4) PILATES
Come per lo yoga tale disciplina è consigliata per i suoi esercizi basati sull’allungamento e la respirazione. Aiuta a migliorare la postura e l’equilibrio e insegna a rilassarsi.

 

5) LA GINNASTICA
La ginnastica dolce è perfetta in gravidanza evitando però esercizi troppo pesanti che potrebbero affaticare il fisico.

 

6) ESERCIZI CON LA PALLA
Unendo gli esercizi del pilates con la ginnastica dolce, utilizzando la palla gonfiabile, è possibile eseguire alcuni esercizi consigliati soprattutto dalle ostetriche, per rendere più elastica la zona del bacino in vista di travaglio e parto.

 

7) IL TAI-CHI
Spaziando nelle arti orientali si può ricorrere al Tai-Chi consigliato in gravidanza in quanto sa unire il lato fisico a quello mentale, aiutando a mantenere in forma corpo e mente.

 

8) LA DANZA DEL VENTRE
Per le amanti di musica e ballo potrebbe rivelarsi utile un corso di danza del ventre perché allevia il mal di schiena, riduce le tensioni del corpo, migliora la circolazione e aiuta i muscoli addominali e il bacino a sorreggere il bambino. Con la danza del ventre musica e danza cullano il piccolo, rilassandolo.

 

9) BICICLETTA O CYCLETTE
In gravidanza la bicicletta non è sconsigliata, l’importante è pedalare in zone tranquille e pianeggianti, ovviamente lontano dal traffico.

 

10) ESERCIZI DI KEGEL
Ideati dal Dottor Arnold Kegel per tenere in allenamento il pavimento pelvico, particolarmente sollecitato durante gravidanza e parto.

Bisogna fare distinzione tra le donne che già prima di restare incinte facevano sport e coloro che non hanno mai praticato alcuna attività fisica.

Le prime, se non ci sono controindicazioni da parte del ginecologo, possono proseguire la propria attività, pur con ritmi più blandi ed evitando situazioni rischiose.

Per le seconde, è sconsigliabile iniziare uno sport nuovo in gravidanza, perché non è questo il momento di imparare tecniche mai apprese. Più correttamente si può praticare un’attività fisica, scegliendo qualcosa di piacevole, che si sa già fare o di facile apprendimento, come l’acquagym o lo yoga, che molto spesso offrono corsi specifici per future mamme.

POST PARTO: QUANDO LO YOGA FA BENE
POST PARTO: QUANDO LO YOGA FA BENE
Non sempre ciò che crediamo faccia bene alla salute fa bene a tutti allo stesso modo. E il caso ad esempio dello Yoga per i muscoli pelvici, disciplina praticata da moltissime donne in tutto il mondo, ma che andrebbe scelto con attenzione e non da tutte.