L’ipomenorrea è una condizione persistente caratterizzata da flusso mestruale molto scarso. Tra le cause stress psicofisici, cattiva alimentazione e eccessiva attività fisica. In questi casi si tratta perlopiù di situazioni passeggere che non devono destare preoccupazione.

Le cause

 

 

STRESS FISICI E PSICOLOGICI

L’ipomenorrea spesso è conseguenza di stress psicofisici determinati da traumi ma anche cattiva alimentazione o eccessiva attività fisica. In questi casi si tratta perlopiù di situazioni passeggere che, influenzando la produzione di estrogeni e progesterone, alterano il normale ciclo mestruale.

 

 

GENETICA

L’ipomenorrea sembra essere condizionata in modo importante anche dalla genetica: è possibile infatti che donne della stessa famiglia presentino ipomenorrea.

 

 

PRE-MENOPAUSA

L’ipomenorrea può segnare il passaggio dall’età fertile alla sterilità e caratterizzare il periodo di pre–menopausa nelle donne che hanno superato i 40 anni.

 

 

PILLOLA ANTICONCEZIONALE

Anche l’assunzione della pillola anticoncezionale può essere causa di ipomenorrea, non solo nel periodo di assunzione del contraccettivo in cui normalmente la quantità del flusso mestruale diminuisce ma anche alla sospensione del contraccettivo. Scopri come cambia il ciclo mestruale quando assumi la pillola anticoncezionale.

 

 

 

QUANDO PREOCCUPARSI?

 

In generale quando l’ipomenorrea diventa un fenomeno continuativo e prolungato nel tempo, è sempre utile chiedere consiglio al ginecologo perché possa escludere altre patologie e altri fattori scatenanti tra i quali:

  • – lesioni dell’endometrio
  • – infiammazioni
  • – malattie debilitanti
  • – ovaio retroverso
  • ovaio policistico
  • – polipi e cisti
  • – alterazioni ormonali
  • – alterazioni della tiroide

Casi rari di ipomenorrea possono essere causati da un’alterazione della struttura uterina o in seguito ad ipoplasia dell’utero ossia ad utero sottosviluppato, di dimensioni ridotte rispetto a età e norma fisiologica.

 

 

 L’IPOMENORREA VA CURATA?

Vanno curate le cause dell’ipomenorrea, i fattori scatenanti che hanno portato al persistere di mestruazioni caratterizzate da flusso scarso, rivolgendosi sempre al ginecologo. E sempre consigliato seguire uno stile di vita sano per proteggere la regolarità del proprio ciclo mestruale.

 

 

POSSIBILI COMPLICAZIONI

Le complicazioni possibili possono portare a scarso sviluppo dell’apparato genitale e difficoltà di concepimento.  Il flusso mestruale scarso, infatti, non produce una quantità sufficiente di mucosa all’interno dell’utero rendendo più difficoltoso l’impianto dell’ovulo fecondato.

 

 

COME PROTEGGERE LA REGOLARITà DEL CICLO MESTRUALE

Secondo la ginecologa Alessandra Grazziotin, Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica dell’ospedale San Raffaele di Milano, i migliori amici di un ciclo mestruale regolare sono:

  • – un’alimentazione equilibrata che includa olio di oliva e frutta secca per il giusto apporto di acidi grassi essenziali, che sono i mattoni con cui il nostro organismo costruisce gli ormoni sessuali;
  • – il giusto peso corporeo. La restrizione calorica e l’eccessivo movimento fisico cui spesso è associata, così come il sovrappeso e l’obesità, provocano forte stress per l’organismo alterando il ciclo mestruale;
  • – ridurre lo stress, sia fisico che mentale;
  • – dormire almeno sette ore per notte;
  • – fare sport moderato
  • – avere un partner che ci rende felici perché amore e feromoni maschili possono aiutare la regolarità ovulatoria.

Ci siamo ispirati a:

IPOMENORREA, MYPERSONALTRAINER.IT, Ultima modifica 04.06.2018

G. Dente, Ipomenorrea: quando le mestruazioni sono scarse e di breve durata, GRAVIDANZAONLINE.IT, 28 giugno 2019