Quando va effettuata la prima visita dal ginecologo? e in cosa consiste? Come prepararsi? Le risposte a queste e ad altre domande per chiarire i dubbi più frequenti delle giovani pazienti e non farsi trovare impreparate.

La prima visita ginecologica andrebbe fatta tra i 13 e i 15 anni, età della prima mestruazione, anche se il ciclo non è ancora arrivato o non ci sono disturbi specifici. È bene comunque iniziare sempre quando si desidera avere il primo rapporto.

In questa fase il ruolo della madre è fondamentale: è suo infatti il compito di porre le basi per una giusta percezione della visita ginecologica parlandone alla figlia in un’ottica di prevenzione: una visita medica e, nel caso specifico una vita ginecologica, non è strettamente collegata alla presenza di una malattia, ad una gravidanza o ad un’infezione. La prima visita ginecologica è indispensabile per educare alla conoscenza del proprio corpo, del ciclo mestruale, delle attenzioni indispensabili per una corretta igiene intima quotidiana (dall’uso di un detergente intimo al giusto ph, alla necessità di evitare l’uso promiscuo di abbigliamento e asciugamani per evitare infiammazioni o infezioni, per informarla correttamente sulle malattie sessualmente trasmissibili e sui metodi contraccettivi da utilizzare al fine di evitarli).

Come si svolge la visita?

Durante la prima visita ginecologica il medico traccia una storia clinica accurata raccogliendo ogni possibile informazione relativa alla storia medica della ragazza, sia a livello familiare e che personale:

L’anamnesi familiare riguarda le malattie più importanti comparse nella famiglia di origine;

L’anamnesi patologica personale riguarda invece le malattie di cui la ragazza ha sofferto in passato, le cure che sono state effettuate e il loro esito;

L’anamnesi fisiologica che registra l’età della prima mestruazione (menarca); le caratteristiche del flusso (ritmo, quantità, durata); la presenza di irregolarità del ciclo, la data dell’ultima mestruazione e altre informazioni personali riguardanti lo stile di vita della ragazza (fumo, assunzione di alcol o droghe, sport praticati, qualità del sonno e dell’appetito).

 

La visita ginecologica quando si è ancora vergini

Il ginecologo:

  • – esamina i genitali esterni;
  • – verifica le condizioni dei muscoli perivaginali;
  • – misura il pH vaginale con un piccolo stick;
  • – esegue un’ecografia trans-addominale per valutare lo stato di salute di utero e ovaie, la presenza di cisti o, raramente, fibromi.

 

La visita ginecologica quando si ha già avuto rapporti

Il ginecologo:

  • – esamina il collo dell’utero con lo speculum, uno strumento che permette la dilatazione del canale vaginale e l’esposizione del collo uterino per visione le pareti vaginali;
  • – effettua il pap-test per individuare la presenza di alterazioni nelle cellule della cervice uterina, incluse quelle che possono dipendere da un tumore al collo dell’utero.

Durante una prima visita ginecologica, l’ideale è che il medico spieghi con parole semplici quello che fa e per quale motivo per tranquillizzare la paziente e renderla consapevole dell’importanza di controlli medici regolari e di uno stile di vita ispirato alla prevenzione. Naturalmente, non tutto può essere discusso nel corso di una sola visita. Ma se il medico è competente ed empatico, e sa spiegare le cose con delicatezza e semplicità, la ragazza non dimenticherà le sue indicazioni, e tornerà da lui. Se la mamma decide di accompagnare la figlia è consigliabile che attenda in sala d’aspetto così che la ragazza non sia imbarazzata e si senta libera di parlare liberamente con il ginecologo di qualsiasi argomento, accogliendone senza timore consigli e indicazioni.

 

Come si conclude la visita?

Alla fine della visita ginecologica, se ci sono problemi, il medico propone la terapia, spiegandone con chiarezza le motivazioni e le modalità di assunzione.

 

Quando ripetere la visita?

È bene abituare la ragazza ad una periodicità che può essere annuale o biennale a meno che non vi siano problemi particolari che richiedano monitoraggi più frequenti.

Fonti:

La prima volta dal ginecologo. Quando è il momento di accompagnare tua figlia, Metlife, https://www.metlife.it/blog/famiglia/2018/prima-visita-ginecologica/

Grazziotin, Prima visita dal ginecologo: un passo importante per ogni ragazza, https://www.alessandragraziottin.it/it/articoli.php/Prima-visita-dal-ginecologo-un-passo-importante-per-ogni-ragazza?EW_FATHER=10710&ART_TYPE=VODOM

Salute della donna, calendario della prevenzione. Stili di vita, vaccinazioni, visite mediche ed esami, screening. http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_333_allegato.pdf