La prima mestruazione, il menarca, è un passaggio molto importante nella vita di una donna sia a livello fisico che a livello emotivo: è il momento in cui una ragazzina smette di sentirsi bambina ma è anche l’inizio della capacità di una donna di riprodursi.
CURIOSITA’
Alla nascita una bambina nelle sue piccole ovaie ha già circa 2 milioni di ovuli immaturi. Quando gli ovuli cominceranno a fare “il loro lavoro”, durante la pubertà, dei due milioni ne rimangono circa 300.000.
Quando arriva la prima mestruazione?

 

Nei Paesi sviluppati il menarca arriva tra i 9 e i 16 anni di età ma può giungere anche prima dei 9 anni (pubertà precoce) e dopo i 16 (ritardo puberale). In caso di menarca tardivo o precoce bisognerebbe comunque rivolgersi al ginecologo. Il menarca è preceduto da alcuni cambiamenti visibili nel corpo della ragazza che preparano ad una completa maturazione sessuale. Responsabile di queste modifiche un’attività sempre più intensa degli estrogeni. Queste modifiche riguardano:

LA VAGINA

Ingrandimento di piccole labbra e del clitoride; l’imene diventa morbido ed elastico e gli organi genitali esterni si delineano gradualmente in piccole e grandi labbra.

IL SENO

Accrescimento dell’areola e modificazione dell’aspetto dei capezzoli che cominciano a sporgere. Accrescimento e maturazione delle ghiandole mammarie (telarca); Normalmente da questi primi cambiamenti del seno passano circa due anni e mezzo prima che arrivi il menarca.

LA PELLE

Comparsa di peli all’inguine o sotto le ascelle; maggiore produzione di sudore, che può provocare un’intensificazione dell’odore; comparsa dell’acne.

I primi cicli mestruali dopo il menarca possono essere:

 

 

anovulatori cioè senza ovulazione. Non c’è quindi nessun ovulo da fecondare e la gravidanza non è possibile. Questo periodo di “sterilità adolescenziale “può durare 18 mesi o più, ma può anche durare meno o non esserci affatto;

irregolari, sia come durata della mestruazione sia come flusso di sangue. Questa irregolarità tende a sparire con il passare dei mesi anche se nel caso di alcune donne, le irregolarità del ciclo continuano a manifestarsi anche in età adulta. L’irregolarità dei primi cicli mensili può essere influenzata da molti fattori tra cui stress, pratica di attività fisica agonistica, cambi drastici di peso e squilibri dietetici ma può avere anche altre origini, quali anomalie della mucosa uterina e disturbi alimentari.