illedi-Gravidanza-Perdite-vaginali-in-gravidanza

Sembra scontato ma è bene sottolinearlo: tutte le donne, nel corso della loro vita, hanno perdite vaginali ed è del tutto normale! Le secrezioni vaginali possono iniziare fino a due anni prima della pubertà e terminare diverso tempo dopo l’arrivo della menopausa.

LA LEUCORREA GRAVIDICA

 

Durante i nove mesi di gestazione in particolare, è normale rilevare un aumento della produzione di secrezioni vaginali che dovrebbero essere:

  • – di colore bianco intenso o semitrasparente;
  • – inodore;
  • – di consistenza più solida e vischiosa nelle fasi iniziali della gestazione fino a diventare più liquide e abbondanti con l’avvicinarsi del parto.

Essendo strettamente correlata alla concentrazione degli estrogeni, la leucorrea gravidica può presentarsi fin dalle prime settimane di gravidanza divenendo via via più probabile e abbondante con l’avvicinarsi della data del parto.

In generale dunque la leucorrea gravidica (nome scientifico attribuito alle secrezioni vaginali in gravidanza) resta una manifestazione naturale e priva di pericoli per la salute della donna e del nascituro. Le perdite vaginali si associano infatti ad un’ottima lubrificazione vaginale, segnale che la mucosa interna vaginale è ben protetta.

 

 

PERDITE ROSSE

Se le perdite sono invece di sangue vivo, scuro o chiaro, è bene segnalarle al proprio ginecologo perché possa indagarne tempestivamente le cause verificando che non siano associate ad altri sintomi: nel caso in cui siano associate a crampi e dolori addominali potrebbe trattarsi di una minaccia d’aborto, del distacco della placenta oppure di un travaglio prematuro. Potrebbe essere anche il segnale con cui si manifesta una gravidanza extrauterina.

 

 

PERDITE MARRONI

 

Alcune donne, osservano perdite di colore marrone, circa una settimana dopo il concepimento: si tratta delle perdite da impianto, conseguenza dalla rottura dei capillari in seguito all’impianto dell’embrione nella parete uterina. Le perdite d’impianto non sono abbondanti e non si accompagnano a dolori addominali.

 

 

PERDITE E BRUCIORE INTIMO

 

Qualora le secrezioni fossero accompagnate da prurito e bruciore intimo potrebbe infatti essere in corso un’infezione batterica o fungina. Durante la gravidanza infatti i cambiamenti ormonali provocano la diminuzione del grado di acidità vaginale con il conseguente indebolimento delle sue normali difese.

 

 

I NOSTRI CONSIGLI

 

  • – utilizzare, per tutta la durata della gravidanza, un detergente specifico, per non aggravare la leucorrea gravidica e prevenire possibili infezioni;
  • – ricorri all’uso di salvaslip antimicrobici che ti aiuteranno prevenire infezioni da funghi e batteri. In alternativa scegli la fibra naturale. L’uso del salvaslip renderà più semplice da parte tua di qualsiasi cambiamento legato al tipo di perdite;
  • – non utilizzare lavande vaginali non espressamente prescritte dal ginecologo, perché in grado di alterare la fisiologica flora batterica vaginale, già debole per via dei cambiamenti ormonali;
  • – segnala al ginecologo qualsiasi alterazione possa riguardare la consistenza, il colore, l’odore e quantità delle normali secrezioni vaginali.

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico.

Ci siamo lasciati ispirare da:

PERDITE IN GRAVIDANZA: QUANDO CI SI DEVE ALLARMARE, GRAVIDANZAONLINE.IT

LEUCORREA GRAVIDICA, MYPERSONALTRAINER.IT

https://www.farmacoecura.it/gravidanza/leucorrea-gravidica-cause-significato-e-rimedi/